La strada del vino di Gorizia

turismo gorizia
Scopri la Strada del Vino e delle Ciliegie, per esplorare le colline coltivate a viti e ciliegi ed i bellissimi paesaggi goriziani.

Share This Post

Se si vogliono scoprire tutte le meraviglie di una regione fantastica come il Friuli-Venezia Giulia, diventa difficile ignorare la strada del vino di Gorizia. Quest’ultima si chiama anche Strada del Vino e delle Ciliegie (nome più usate dagli abitanti del territorio) e permette agli interessati di scoprire le bellissime zone del Colle Goriziano. Grazie al viaggio si potranno scoprire tutte le particolarità del vino locale e sono molti. Così come non sono affatto pochi i vini che vengono prodotti nella zona. Qui, per esempio, viene realizzato il famoso vino Collio Doc. Oltretutto, si tratta di un territorio in cui hanno un’elevata importanza anche le produzioni frutticole, in modo particolare le ciliegie (da cui prende il nome la strada). Ovviamente parliamo di un itinerario estremamente indicato per tutti coloro che amano il vino e che vogliono provare quello del Friuli in tutte le sue meraviglie. L’itinerario stesso, poi, non è affatto così difficile da percorrere come si potrebbe inizialmente pensare. Tutt’altro: è una di quelle strade che sono ben adatte a una qualsiasi tipologia di viaggiatore.

Si parte dal Parco Isonzo, situato poco fuori da Gorizia, e successivamente si viaggia verso il Nord attraversando il Parco Piuma. A quel unto si raggiunge la località di Oslavia, famosissima per i suoi vari vigneti. Qui non solo vengono prodotti i vini dal gusto profondo e caratterizzante, ma si possono vedere un po’ ovunque anche i vari segni relativi ai combattimenti della Prima Guerra Mondiale. A non molta distanza, difatti, sorge anche l’Ossario. Per questo non si tratta semplicemente di una strada enogastronomica: è soprattutto un viaggio alla scoperta del territorio. Un’avventura culturale prima di ogni altra cosa.

Seguendo la strada ci si può ben presto addentrare tra le colline che vengono coltivate a viti e ciliegi. Successivamente si può arriva nei pressi del borgo di San Floriano, in cui si possono coprire non solo varie specie di vigneti, ma persino il complesso del castello dei Conti Formentini. Le cantine situate nella zona non sono affatto poche e tra le molte vale la pena ricordarsi della Cantina Conti Formentini. Proprio qui si produce la Ribolla Gialla del Collio, nonché diversi altri vini degni di nota, come il Fiulano del Collio, lo Sauvignon del Collio e il vino Doc Cabernet Franc.

La strada prosegue quindi verso un’altra località emblematica di questa zona: parliamo di Rùttars. Quest’ultima si trova nel pieno comune di Dolegna del Collio e rappresenta un punto di riferimento per tutti gli amanti del buon vino. Durante si attraversa il Bosco di Plessiva: un territorio ricco di meraviglia di vario genere, nonché una riserva naturale con una flora e fauna estremamente differenti.

Anche questo non è tutto: seguendo il confine con la Slovenia si può ben presto arriva nel pieno centro di Dolegna del Collio in cui conviene assaggiare la suggestiva cucina tradizionale. Non solo: sempre nella zona si trova anche la Chiesa di San Giorgio, costruita su uno dei colli più alti del territorio. Senza dimenticarsi di un’altra località estremamente famosa: Cormòns, fondamentale per tutta l’industria vitivinicola.

Infine si giunge a Capriva del Friuli, una piccola cittadina a sua volta circondata da varie colline coltivate a vite. Anche qui vengono prodotti numerosi vini ottimi (come il Collio Pinot Grigio) e vi sorgono vari luoghi dall’alto interesse.

Sponsor 

Altro da esplorare

Prodotti tipici

Radicchio Rosa di Gorizia

Breve video esplicativo riguardo il Radicchio Rosa di Gorizia, alimento pregiato, tipico della zona, caratterizzato da un colore rosso intenso o da un rosso con sfumature che portano al rosa. Scopri maggiori dettagli guardando il video!

Scrivici o chiamaci

Telefono: 0427 466870
Email: redazione@gingiguides.com